Serie A 2017 - 2018 Clicca sulla tua squadra e acquista i biglietti

INTER, IL BATTESIMO DI THOHIR IN AMICHEVOLE ALLA PINETINA

Moratti racconta i suoi 18 anni di Inter. Zanetti record: sabato in campo

INTER, IL BATTESIMO DI THOHIR IN AMICHEVOLE ALLA PINETINA

 

Il nuovo patron dell’Inter, Erick Thohir è atteso con ansia a Milano. Si era parlato di una sua presenza in tribuna in occasione del match contro il Livorno, cosa che è stata presto smentita. In realtà, il battesimo del tycoon indonesiano dovrebbe avvenire in occasione di un’amichevole alla Pinetina sabato 16 novembre contro un avversario ancora da definire, il giorno dopo dell’ufficiale passaggio di consegne da parte di Massimo Moratti.

Proprio il Presidentissimo nerazzurro, ha rilasciato al periodico “Sette”, una lunga intervista dove ha parlato davvero di tutto. Il primo spunto è sulla presidenza, affermando che non ha mai pensato di fare il Presidente dell’Inter a vita. Non può mancare una battuta sul giocatore al quale Moratti è più affezionato, e cioè Javier Zanetti, essendo stato l’argentino il primo giocatore visionato e scelto direttamente dal presidente. In realtà l’obiettivo di mercato doveva essere Ariel Ortega, poi finito al Parma, ma Moratti fu stregato da quel terzino che faceva su e giù per la fascia cose straordinarie. Altri tre sono stati giocatori importanti per il numero uno nerazzurro: Paul Ince, Ronaldo e Alvaro Recoba. Sul primo, un consigliere gli disse che era meglio non prendere giocatori di colore perché la Curva Nord la pensava diversamente, invece lo prese e la risposta dei tifosi interisti, ed anche quella del giocatore, fu fantastica perché entrambi si amarono molto. Sul “Fenomeno” brasiliano ha già detto la sua in una precedente intervista, quando affermò di averlo preso in assoluta tranquillità perché nessuno credeva l’acquisto possibile. Il vero pupillo di Massimo Moratti fu l’uruguaiano Alvaro Recoba: giocatore dai colpi incredibili, ma dall’altrettanta incredibile incostanza nelle prestazioni. El Chino poteva far vincere una partita da solo estraendo un coniglio dal cilindro in qualsiasi momento. Il sogno proibito si chiama Leo Messi, mentre ha un ricordo bello di Mancini quando dopo un pareggio, nel 2006, meditava di cambiarlo, ma lo stesso allenatore gli disse di stare tranquillo perché avrebbero vinto lo Scudetto: e cosi fu. Chiusura sul passaggio di consegne: Moratti spiega che l’idea gli è venuta dopo la vittoria in Coppa Italia nel 2011, ora non rinnega la scelta perché pensa che sia stato giusto farlo.

Come Moratti non lascerà mai l’Inter, restando comunque nel Consiglio d’Amministrazione, cosi ci sarà anche con il tycoon indonesiano lo sponsor Pirelli. A confermarlo è stato lo stesso numero dell’azienda, Marco Tronchetti Provera, il quale ha affermato che la Pirelli ha un contratto per altre due stagioni, e la nuova proprietà ha chiesto di proseguire la partnership.

Sul fronte mercato, Walter Mazzarri è sempre alla ricerca degli esterni di centrocampo. Ora, in cima alla lista, è balzato il colombiano della Fiorentina, Cuadrado, prezzo pregiato della formazione Viola, in compartecipazione tra gigliati ed Udinese. Tante le squadre che hanno messo gli occhi su di lui, per questo non sembra proprio uno degli obiettivi più facili da raggiungere. Non solo Cuadrado per la fascia: nella lista della spesa ci sono anche Basta, Isla e Vrsaljko, piste seguite già da quest’estate m non concretizzatesi. Per quanto riguarda l’esterno del Genoa, Sime Vrsaljko, potrebbe diventare un obiettivo concreto se l’Inter a gennaio sarà in piena lotta per il terzo posto. Un acquisto va fatto anche in attacco: per il secondo anno consecutivo, il peso del reparto avanzato grava interamente su Rodrigo Palacio. Da valutare ci sono le condizioni di Icardi e Milito, con Belfodil che sembra ancora acerbo per una squadra che lotta per il vertice. Ci sarebbero sulla piazza Floccari e Bianchi, ma ad oggi l’Inter vorrebbe evitare di ripetere quanto accaduto con Rocchi lo scorso anno, decidendo cosi di puntare su due giocatori che militano in campionati esteri: Nicolas Castillo dell’Universidad Catolice, e Salomon Rondon del Rubin Kazan.

Per quanto riguarda, invece, l’attualità, l’Inter sta preparando la sfida di sabato contro il Livorno: Mazzarri non dovrà preoccuparsi delle condizioni di Ranocchia, Samuel e Jonathan che avevano accusato degli acciacchi contro l’Udinese: dovrà però aspettare ancora per Milito, Campagnaro e Mariga. Nota positiva è quella di Javier Zanetti: il capitano nerazzurro ha recuperato in tempi record dall’infortunio, andando addirittura in panchina nel match vittorioso contro i friulani 3-0. Zanetti dovrebbe scendere in campo, seppur per pochi minuti, proprio nel match di sabato contro i labronici.

Pubblicato il 06 Novembre 2013 da Massimiliano di Cesare

Commenti a questa pagina

La nuova stagione si avvicina ed il grande calcio promette forti emozioni!

La Serie A, la Champions League, l'Europa League e la Coppa Italia: queste sono le competizioni che terrano i tifosi italiani col fiato sospeso!

Su 2Biglietti.com trovi i biglietti delle partite interne ed esterne di Serie A, Champions League, Europa League e Coppa Italia.

Il sito consulta ogni 15 minuti le offerte per i biglietti delle partite di campionato e di coppa presenti on-line, e ti consente di confrontare i prezzi fatti dai vari operatori del settore. Inoltre il sito pubblica i link per l'acquisto dei biglietti sui siti sicuri.

Per maggior informazioni sui contenuti, le notizie e le offerte per i biglietti presenti su 2biglietti.com potete consultare il nostro Disclaimer

biglietti calcio
biglietti campionato
biglietti serie a

 

Mappa del sito