Serie A 2017 - 2018 Clicca sulla tua squadra e acquista i biglietti

LA ROMA IN BALIA DEGLI ALLENATORI, IN BALIA DELLA SOCIETA’, IN BALIA DEI “FORSE”, IN BALIA DELLA VOGLIA DI FARE BENE, MA DI NON RIUSCIRCI FORSE PER LA TERZA VOLTA CONSECUTIVA.

Le domande sono: cosa succederà dopo l’addio di Baldini? Chi comanda alla Roma? Chi sarà l’allenatore? Che tipo di mercato farà la Roma?

LA ROMA IN BALIA DEGLI ALLENATORI, IN BALIA DELLA SOCIETA’, IN BALIA DEI “FORSE”, IN BALIA DELLA VOGLIA DI FARE BENE, MA DI NON RIUSCIRCI FORSE PER LA TERZA VOLTA CONSECUTIVA.

Sono giorni intensi a Trigoria. Ricominciamo. Sono “forse” giorni intensi a Trigoria, dico forse perché non c’è nessuno che parla, nessuno che chiarisce, nemmeno l’ombra di un tassello messo nel punto giusto. Una Roma come un castello privo di fondamenta, privo di Re, di principesse… ma pieno di ranocchi che cercano e chiedono solo tanta pazienza, e sciocchezze del genere. Insomma una Roma priva di protagonisti con i cosiddetti “attributi” che nel calcio e non solo, lo sappiamo, servono più che mai. Partiamo dall’inizio: la Roma è da febbraio, cioè dopo l’esonero di Zeman , che non ha un allenatore, per carità ha avuto Aurelio Andreazzoli fino alla quanto meno ridicola sconfitta nel derby di Coppa Italia… una persona vogliosa, tranquilla… troppo tranquilla, ma che ha portato solo una esaltazione sbagliata generale alla indole Roma. I tifosi della squadra giallorossa, parliamo ovviamente della squadra capitolina, sentono la loro squadra ormai come un’opera suonata e cantata a ritmo di unghie sulla lavagna, a ritmo di urli incessanti che vanno a divorare piano piano con estrema indolenza, ma nello stesso istante con tanta influenza, quell’amore che ogni tifoso di qualsiasi squadra nutre per la propria città, per la propria fede calcistica.

Dai dirigenti della Roma. Dalla cosiddetta società… non si è capito poi quale in realtà, non trasuda nulla, il niente più assoluto, una pagina bianca in questi due anni, colorata, anzi, sbiadita solo da colpi di colore del calibro, in ordine sparso di: Piris, J. Angel, Dodò, Goicoechea, Tachtsidis, kjaer, L. Enrique, Zeman, Andreazzoli, le menate di Osvaldo, la dialettica stravagante del direttore sportivo Sabatini, il caso, o meglio i casi De Rossi, la pigrizia di Totti ecc…  Questi due anni sono da gettare in una pentola e incendiare quasi completamente, tranne l’idea di qualche ragazzo giovane di buone prospettive come Lamela, Marquinhos e pochi altri.

Il direttore sportivo Franco Baldini ieri in serata si è dimesso, una notizia che non ha fatto tremare nessuno, tutti se l’aspettavano, tutti la volevano. E’ successo davvero, e ora in tanti lo rivogliono. Le stranezze del calcio. Se posso onestamente dire la mia, secondo me il problema non era Baldini né tanto meno la società in generale, anche se hanno le loro grandissime colpe. Il problema sono i calciatori. Le squadre che hanno fatto la storia avevano dei grandi calciatori, dei giocatori di personalità, di sensibilità tattica, di classe e di voglia di vincere. Quindi forse il primo che dovrebbe avere la coscienza un pochino più pericolante è proprio il ds Walter Sabatini, che in due anni ha sbagliato più della metà degli acquisti, i quali sono stati poi rivenduti l’anno dopo o comunque poco dopo ad altre squadre con l’insana voglia di fare acquisti a Roma.

Questa è una sintesi lo so, avremo tempo di discuterne più in dettaglio. Arrivando ad oggi, la Roma non ha nulla, ha perso un direttore generale e non ha nemmeno ancora un allenatore. Il peggior film Horror per i romanisti è divenuto, in uno sbalzo temporale degno del miglior “Inception”, un cartone della Disney o le rincorse infinite e prevedibili di Tom & Jerry. E’ un film che non vede un lieto fine, e forse non ci sarà finché non si faranno degli acquisti degni della capitale, degni di una città che ama la sua squadra come pochi altri al mondo. Gli attori sono tanti: da Sabatini a Garcia, dalla banca alla suggestione Roberto Mancini. Le domande sono : cosa succederà dopo l’addio di Baldini? Chi comanda alla Roma? Chi sarà l’allenatore? Che tipo di mercato farà la Roma? Le risposte le sanno Sabatini e forse il presidente Pallotta, forse solo Sabatini, forse solo Pallotta, forse la banca, forse Garcia, forse Mancini, forse Bielsa, forse Allegri, forse Berlusconi, forse Oronzo Canà, forse Fantozzi, forse nessuno…già, forse nessuno.

Pubblicato il 07 Giugno 2013 da Davide Figliolini

Commenti a questa pagina

La nuova stagione si avvicina ed il grande calcio promette forti emozioni!

La Serie A, la Champions League, l'Europa League e la Coppa Italia: queste sono le competizioni che terrano i tifosi italiani col fiato sospeso!

Su 2Biglietti.com trovi i biglietti delle partite interne ed esterne di Serie A, Champions League, Europa League e Coppa Italia.

Il sito consulta ogni 15 minuti le offerte per i biglietti delle partite di campionato e di coppa presenti on-line, e ti consente di confrontare i prezzi fatti dai vari operatori del settore. Inoltre il sito pubblica i link per l'acquisto dei biglietti sui siti sicuri.

Per maggior informazioni sui contenuti, le notizie e le offerte per i biglietti presenti su 2biglietti.com potete consultare il nostro Disclaimer

biglietti calcio
biglietti campionato
biglietti serie a

 

Mappa del sito