Serie A 2017 - 2018 Clicca sulla tua squadra e acquista i biglietti

UDINESE, STRAMA E DEKI PER IL NUOVO CORSO FRIULANO

Ieri la presentazione in Piazza. Tante idee per il mercato

UDINESE, STRAMA E DEKI PER IL NUOVO CORSO FRIULANO

Ieri è iniziata ufficialmente la stagione 2014/15 dell’Udinese, e con esso il nuovo corso targato Andrea Stramaccioni, il quale ha portato come suo vice Dejan Stankovic, ex giocatore di Inter e Lazio. Ieri sera, infatti, la squadra è stata presentata ai tifosi, ed è stata anche l’occasione, per il nuovo tecnico ed il suo vice, di rilasciare alcune dichiarazioni.

Mister Stramaccioni si è mostrato subito emozionato, chiamando a raccolta i tifosi in vista della prossima stagione, affermando che la squadra avrà bisogno di loro. Sulla scelta del suo “secondo” (Deki Stankovic, ndr), Strama ha detto che è un’idea nata nello spogliatoio dell’Inter, in quanto tra loro c’è un rapporto speciale. La sua scelta, invece, di approdare ad Udine è stata condizionata molto dalla passione della Famiglia Pozzo. Una battuta anche su due campioni come Di Natale e Muriel: sul primo, scherzando, Strama ha detto che quando l’Udinese l’ha chiamato ha chiesto se Totò ci fosse ancora; sul secondo, invece, l’ex tecnico nerazzurro ha detto che è fortissimo e questo lo si capisce solo allenandolo. Sul fronte mercato, Stramaccioni ha affermato che in casa Udinese non c’è bisogno di parlare di esigenze o quant’altro, perché la società ha uno scouting pazzesco con giocatori pronti a salire alla ribalta, pur aggiungendo che la società conosce il suo pensiero. Sulle possibili analogie tra Moratti e Pozzo, il tecnico originario di Roma, dice che se è un allenatore di Serie A lo deve proprio a Massimo Moratti, ma in generale entrambi sono molto competenti di calcio ed hanno una grande passione. Infine, sulle sfide contro l’Inter, Strama ha concluso dicendo che San Siro sarà tutto per Stankovic, e che parte del suo cuore sarà sempre nerazzurro.

Proprio l’allenatore in Seconda, Deki Stankovic, ha parlato ai microfoni di Sportitalia, della sua nuova esperienza, affermando che il loro motto è quello di parlare poco e lavorare molto, chiamando anche lui a raccolta i tifosi friulani in vista della prossima stagione. Anche all’ex centrocampista nerazzurro viene chiesta di una possibile analogia tra Moratti e Pozzo, e Deki risponde che conosce il Presidentissimo nerazzurro da dieci anni e da poco ha conosciuto Pozzo, ed ha affermato che il secondo si prenderà cura di loro cosi come ha fatto Moratti. Altra analogia è quella tra Mourinho e Stramaccioni, ma Stankovic dice che ognuno ha le proprie idee, ed in questo momento preferisce quelle di Strama.

Messa da parte la presentazione e le parole dei tecnici, facciamo il punto della situazione sul mercato dell’Udinese. Per quanto riguarda Simone Scuffet, la trattativa con l’Atletico Madrid va avanti sulla base di 5 milioni di euro più altri 5 di bonus. I friulani non sono preoccupati da questa cessione, in quanto hanno in casa il nuovo portiere: si chiama Alex Meret, classe 1997. I Colchoneros vorrebbero anticipare tutti sul mercato ma, allo stesso tempo, lasciar crescere serenamente il giovane portiere friulano, per questo stanno pensando di acquistarlo ma di mandarlo in prestito al Granada o al Getafe. Altro giocatore in uscita è Pablo Armero: il colombiano è stato riscattato ma sicuramente non resterà in Friuli: per lui ci sarebbe la Fiorentina. Conteso dalle grandi squadre è Roberto Maximiliano Pereyra: Inter e Juventus se lo contenderanno fino all’ultimo giorno di mercato, nel frattempo il Direttore sportivo del’Udinese, Cristiano Giaretta, ha affermato che in vantaggio ci sono i bianconeri, anche se in realtà la Vecchia Signora pensa al Tucu solo in caso di cessione di uno tra Pogba e Vidal. L’Inter, invece, ha proposto un prestito biennale con riscatto fissato a 15 milioni di euro. Dovesse essere ceduto Pereyra, l’Udinese ha già pronto il sostituto: si chiama Guillerme, giocatore brasiliano detenuto al 30% dal Corinthians, al quale andrà poco più di un milione di euro. Infine, Alhassan è tornato dal prestito al Latina ed ora si valuterà se farlo restare o mandarlo nuovamente in prestito; Davide Faraoni, di ritorno dal prestito al Watford, è seguito da cinque club (Chievo, Cagliari, Sassuolo, Palermo e Torino, ndr); l’Udinese punta ad ottenere il prestito del ghanese Alfred Duncan dall’Inter, ma su di lui è forte la concorrenza di Cesena e Sampdoria.

Pubblicato il 12 Luglio 2014 da Massimiliano di Cesare

Commenti a questa pagina

La nuova stagione si avvicina ed il grande calcio promette forti emozioni!

La Serie A, la Champions League, l'Europa League e la Coppa Italia: queste sono le competizioni che terrano i tifosi italiani col fiato sospeso!

Su 2Biglietti.com trovi i biglietti delle partite interne ed esterne di Serie A, Champions League, Europa League e Coppa Italia.

Il sito consulta ogni 15 minuti le offerte per i biglietti delle partite di campionato e di coppa presenti on-line, e ti consente di confrontare i prezzi fatti dai vari operatori del settore. Inoltre il sito pubblica i link per l'acquisto dei biglietti sui siti sicuri.

Per maggior informazioni sui contenuti, le notizie e le offerte per i biglietti presenti su 2biglietti.com potete consultare il nostro Disclaimer

biglietti calcio
biglietti campionato
biglietti serie a

 

Mappa del sito